Impulso polare e ciclone mediterraneo: vediamo gli aggiornamenti!

Dalla Groenlandia è in arrivo un lobo polare che prenderà posizione nel Mediterraneo a partire dal 23 gennaio. Questo provocherà la formazione di un minimo nelle acque del nostro mare, la cui posizione è ancora incerta. Infatti mentre i modelli previsionali prevedevano il minimo, formatosi al largo del mar Ligure e spostarsi a ridosso della costa laziale, oggi invece lo vedono spostarsi a ridosso della Sardegna, scorrendo verso sud. Sta di fatto che questa configurazione è quasi certa, ma adesso andiamo ad analizzare cosa potrebbe accadere.

Giorno 22: La perturbazione che in queste ore sta portando piogge sul nostro territorio perdurerà anche in questa giornata, con neve in Appennino sui 1000m.

Giorno 23:  il maltempo interesserà ancora una volta soprattutto al Centro-sud con piogge e nevicate copiose in Appennino anche sui 700-800m per la nostra zona, ma anche fino in collina al Centro e Sardegna. Al nord invece la neve cadrà sino in Pianura Padana specie in E. Romagna e Marche.

Giorno 24: è il giorno clou del maltempo, dove il vortice di LP si porterà verso Sud. E' proprio qui che potremmo avere fenomeni abbondanti con temporali anche sulle coste tirreniche, con neve che farà la comparsa sui 1000m e a tratti anche più giù per la nostra zona. Neve al piano al nord ovest.

Il ciclone che si formerà con un hpa di 975, genererà inoltre forti raffiche di vento con velocità sui 90-100km/h specie sulle isole e le coste tirreniche.

Ciò che ci preme sottolineare è che questo sarà un ciclone polare a tutti gli effetti, ma qualche nostro lettore potrebbe pensare, perchè si parla di vortice polare e le temperature permetteranno la neve di cadere solo in alta collina e in montagna? Perchè il vortice sarà talmente forte da richiamare da sud correnti miti che non faranno abbassare la quota neve oltre il limite descritto sopra.





Contattaci

Nome

Email *

Messaggio *