Evoluzioni sulle nostre zone

Come spiegato ieri nelle previsioni,l'anticiclone viene messo in crisi da un veloce impulso di aria fredda.
Prima che ci raggiunge però, saremo ancora interessati da infiltrazioni umide, che come state vedendo, portano con se nubi e isolati pioviggini.
Sarà così sino a questa sera, poi l'aria fredda, che in queste ore si sta addensando sulle Alpi, le oltrepassera' per mostrarsi più attiva lungo le regioni adriatiche e meridionali.
L'evoluzione in essere, come spiegato, sarà velocissima tanto che la giornata di Natale sarà all'insegna, sulle nostre zone, di residua nuvolosità in diradamento con ampie schiarite via via.
Attenzione temperature in calo.
Non si esclude inoltre lungo la nostra dorsale, in merito ai fenomeni in arrivo, qualche episodio nevoso intorno o al di sopra i 1200 metri.
Guardando più dettagliatamente la giornata di Santo Stefano, da ultimi aggiornamenti, l'impulso di aria fredda sulle nostre zone si farebbe ancora sentire, attraverso i venti sostenuti di tramontana che farebbero ulteriormente scendere i valori termici.
Comunque ci attendiamo un cielo poco nuvoloso, salvo addensamenti lungo la dorsale, con scarsa possibilità di fenomeni.
Nella cartina la discesa di aria fredda verso le zone.
Buon proseguimento a tutti.

Contattaci

Nome

Email *

Messaggio *