Meteo irpino - Tutto contro natura -


Non ci riferiamo al famoso film horror del 1969 " contronatura " diretto da Anthony Dawson, tratto dalla novella di Dino Buzzanti, che tra l'altro in Italia fu vietata la visione per le forti immagini erotiche, ma di tutto ciò che ci circonda e che ormai sta scomparendo, un po alla volta sotto i nostri occhi.
Tutto sotto riflettori puntati, tutto alla luce del giorno, alle buie ore della notte, documentato, filmato per audience, senza che nessuno sino a questo momento ha recepito il messaggio, che bisogna fermarsi un attimo, guardarsi intorno e provare a guardare con i propri occhi, quel che si vede ancora, quel che è rimasto in piedi, quel che paesaggi incantevoli, prima di un rovescio d'acqua, diffondevano nel nostro spirito.
Oggi non accarezzandole  più queste cose si sente il profumo marcio del tintinnio delle monete che cadono come dopo aver fatto una combinazione in una slot.
Ebbene tale combinazione alla fine consta in modo irreparabile, al game over dei propri giorni, capitato per essere andati contro natura.
Basterebbe davvero poco, affinche
le bruttissime immagini di questi giorni, possano diventare meravigliosi prati colorati, amandola, rispettandola, lasceremo che i cicli naturali facciano il loro corso e non che un fiume impazzito tracci un nuovo percorso, prevenendo e lasciandola in pace potremo ammirare la bellezza di un arcobaleno e non del cemento gettato tutto intorno che ormai ogni paese, città ne è pieno.
Sino a quando non torneremo ad apprezzarla tutto sarà considerato contro natura, mentre lei da secoli ci ospita, ci fa stare bene, ci sostiene, mentre noi inesorabili la calpestiamo facendole scontare le nostre pene.

Contattaci

Nome

Email *

Messaggio *