Temporali di calore: cosa sono?

Come stiamo assistendo in questi giorni, al seguito di una mattinata calda e soleggiata e pertanto spesso con la presenza di alta pressione, all'improvviso si verifica lo sviluppo di nubi e forti temporali, quasi dal nulla: è il fenomeno dei cosiddetti temporali di calore.


Tutto ha luogo in troposfera dove si verificano delle dinamiche che permettono la formazione di questi addensamenti; per farla breve e per rendere meglio l'idea, in pratica durante la mattinata l'aria viene riscaldata e come si sa l'aria calda, molto leggera, tende a salire. Questa bolla d'aria, detta termica, salendo dal terreno ascende in quota e si espande. Per un noto principio di termodinamica un gas che si espande si raffredda e così accade alla nostra bolla. L’aria raffreddandosi permette al vapor acqueo di condensare generando così un ammasso di goccioline piccolissime ma visibili, ed ecco formatasi la Nube.

Giunta ad una certa quota la termica converte la sua umidità in vapore e raggiunto il punto di rugiada (livello al quale la temperatura interna della bolla corrisponde all’umidità del 100%) l’umidità condensa.

Ecco formatosi l'addensamento: il temporale di calore è pronto ad abbattersi (spesso in maniera violenta) con forti rovesci e grandinate. 



Contattaci

Nome

Email *

Messaggio *